Bonus Pedaggi Autostradali 2024: A Chi Spetta E Come Fare Domanda

Bonus Pedaggi Autostradali 2024: Il Bonus Pedaggio Autostradale 2024 è un nuovo incentivo volto a ridurre i costi dei pedaggi autostradali per gli autotrasportatori. Questa misura è disponibile a partire da oggi, mercoledì 5 giugno, ed è specificamente pensata per gli operatori del settore del trasporto su strada. Scopri di più su come richiedere questo sconto in questo articolo.

Bonus Pedaggi Autostradali 2024 A Chi Spetta E Come Fare Domanda
Bonus Pedaggi Autostradali 2024 A Chi Spetta E Come Fare Domanda

Se sei sposato allora dovresti richiedere anche il bonus fecondazione assistita 2023 e hai già figli allora dovresti richiedere il bonus asilo nido 2024. Puoi richiedere anche il bonus fotovoltaico 2024. Ho condiviso anche informazioni sul bonus monopattino 2024.

Bonus Pedaggi Autostradali 2024: A Chi Spetta

Ogni anno, le persone che lavorano in questo settore e utilizzano i caselli autostradali sono idonee per una riduzione del pedaggio che va dall’1% al 13%, a seconda del tipo di veicolo e del fatturato. Questa percentuale, combinata con il cashback del 20% su tutti i pedaggi offerto da Telepass, comporta notevoli risparmi per coloro che viaggiano frequentemente sulle autostrade italiane.

Per usufruire di questi sconti, le persone devono essere registrate come aziende, cooperative, consorzi o società consortili nel Registro Nazionale degli autotrasportatori di merci per conto terzi entro il 31 dicembre 2022 e per tutto il 2023.

Inoltre, le imprese di autotrasporto di merci operanti per conto proprio o per conto terzi, situate in qualsiasi paese dell’Unione Europea, Svizzera o Inghilterra, possono anch’esse richiedere questi sconti, a condizione che siano in possesso della licenza necessaria.

Come richiedere il bonus pedaggio autostradale 2024?

A partire da oggi, 5 giugno 2024, è obbligatorio effettuare prenotazioni per le domande. Questo requisito è stato stabilito nella Delibera del 7 maggio 2024, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale. Il Comitato Centrale per l’Albo degli Autotrasportatori sarà responsabile della gestione degli sconti per gli autotrasportatori.

Bonus Pedaggi Autostradali
Bonus Pedaggi Autostradali

Per accedere al bonus, le domande possono essere presentate dalle 9:00 di mercoledì 5 giugno fino alle 14:00 dell’11 giugno. Ricorda, la prenotazione deve essere effettuata esclusivamente tramite l’applicazione “Pedaggi”, accessibile dal Portale dell’Albo.

Il passaggio successivo, che prevede l’inserimento dei dati richiesti, la firma digitale e la presentazione della domanda, può essere completato dai richiedenti dalle 9:00 del 24 giugno fino alle 14:00 del 21 luglio 2024.

148 Milioni Di Euro Per il Bonus Pedaggi

Il bilancio stanziato per il 2023 ammonta a circa 148 milioni di euro. Questo bilancio è specificamente destinato a compensare le spese relative ai pedaggi autostradali per i viaggi effettuati tra il 1° gennaio 2023 e il 31 dicembre 2023, utilizzando veicoli Euro 5, Euro 6 o più recenti, nonché veicoli a carburante alternativo o elettrici.

La percentuale di riduzione non può superare il 13% del fatturato annuo. La riduzione è determinata considerando diverse fasce del fatturato annuo complessivo, insieme alla classificazione ecologica del veicolo e alla corrispondente percentuale di riduzione.

Versione 1:
Il fondo del 2023 ammonta a circa 148 milioni di euro ed è destinato a coprire i costi dei pedaggi autostradali per i transiti effettuati dal 1° gennaio 2023 al 31 dicembre 2023, utilizzando veicoli Euro 5, Euro 6 o superiori, o veicoli a carburante alternativo o elettrici.

La riduzione non può superare il 13% del fatturato annuo ed è calcolata in base a diverse fasce del fatturato annuo globale, considerando la classe ecologica del veicolo e la corrispondente percentuale di riduzione.

Bonus pedaggio autostradale, quanto vale lo sconto

Lo sconto varia dall’1% al 13%, a seconda del tipo di veicolo e del fatturato. I richiedenti idonei devono essere registrati nel Registro Nazionale per il trasporto su strada di merci entro il 31 dicembre 2022 e per tutto il 2023. Questo beneficio è disponibile anche per le aziende di trasporto su strada all’interno dell’UE, ma è richiesta una licenza.

Leggi anche:

Lascia un commento