Bonus acqua basilicata 2024: Scopri se hai i requisiti o meno e ricevi subito 200 euro!

Il 2024 segna l’ultima opportunità per beneficiare del bonus acqua Basilicata 2024 (potabile). Questo incentivo fiscale consente di risparmiare il 50% sulle spese relative all’acquisto di sistemi di filtraggio, mineralizzazione, raffreddamento e aggiunta di anidride carbonica per gli alimenti. All’interno di questo blog condividerò i criteri di ammissibilità per accedere al bonus, il processo di presentazione della domanda, nonché i vantaggi ambientali e sanitari che offre.

Se sei sposato allora dovresti richiedere anche il bonus fecondazione assistita 2023 e hai già figli allora dovresti richiedere il bonus asilo nido 2024. Puoi richiedere anche il bonus fotovoltaico 2024. Puoi ottenere anche il Bonus fecondazione assistita nel 2023.

Cos’è il bonus idrico Basilicata 2024?

Il bonus idrico Basilicata 2024 è uno speciale beneficio fiscale introdotto dalla Regione Basilicata per fornire sostegno alle famiglie a basso reddito che vivono nel territorio. Questo beneficio consente una riduzione della bolletta dell’acqua, resa possibile grazie alla produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili. Per avere diritto a questo bonus è necessario avere un Indicatore della Situazione Economica Equivalente (Isee) inferiore a 30.000 euro e la domanda deve essere presentata entro il 28 febbraio 2024.

Bonus acqua basilicata 2024 Scopri se hai i requisiti o meno e ricevi subito 200 euro!
Bonus acqua basilicata 2024 Scopri se hai i requisiti o meno e ricevi subito 200 euro!

Accanto al bonus acqua Basilicata 2024 c’è anche il bonus acqua potabile, che copre le spese sostenute nel 2023 per l’acquisto di sistemi di filtraggio, mineralizzazione, raffreddamento e aggiunta di anidride carbonica alimentare. In questo caso il credito d’imposta è del 50%, con un importo massimo di 1.000 o 5.000 euro a seconda della tipologia del beneficiario.

Chi ha diritto al bonus idrico Basilicata 2024?

Possono beneficiare del Bonus Acqua Basilicata 2024 le famiglie residenti in Basilicata con un ISEE inferiore a 30mila euro. Questo programma mira a ridurre la bolletta dell’acqua utilizzando fonti di energia rinnovabile per generare elettricità. Inoltre, c’è anche il Bonus Acqua Potabile che copre le spese relative al filtraggio, alla mineralizzazione, ai sistemi di raffreddamento e all’utilizzo di anidride carbonica alimentare nel 2023.

A quanto ammonta il bonus idrico in Basilicata per l’anno 2024?

Il Bonus Acqua Basilicata 2024 è un’agevolazione fiscale pensata per aiutare le famiglie a basso reddito della regione a ridurre le spese della bolletta dell’acqua. Questo beneficio è finanziato generando energia elettrica da fonti rinnovabili. L’importo dello sconto dipende dal consumo d’acqua della famiglia e dal numero di componenti del nucleo familiare. In generale, ogni famiglia che soddisfa determinati criteri può usufruire di uno sconto in bolletta pari a 50 litri al giorno.

Immagina una famiglia di quattro persone che utilizza 200 litri di acqua al giorno. Grazie al Bonus Acqua Basilicata 2024 dovranno pagare solo la metà di quella cifra, ovvero 100 litri. Allo stesso modo, se una famiglia più numerosa di sei persone consuma 300 litri di acqua al giorno, la spesa si ridurrà a soli 150 litri, tutto grazie al Bonus Acqua Potabile.

In termini pratici, ciò significa che il Bonus Acqua Basilicata 2024 può comportare un notevole risparmio per le famiglie, potenzialmente fino a 200 euro all’anno. Serve come incentivo tangibile per le famiglie a gestire saggiamente il consumo di acqua, con benefici in definitiva sul loro budget complessivo.

Bonus idrico Basilicata 2024: requisiti

Bonus acqua basilicata
Bonus acqua basilicata

In Basilicata il bonus idrico 2024 è una fantastica agevolazione che permette ai cittadini residenti con reddito annuo pari o inferiore a 30mila euro (secondo l’Isee) di rinunciare completamente alla bolletta del servizio idrico integrato (SII).

Ecco i criteri di ammissibilità del bonus idrico Basilicata 2024:

  • residenza in Basilicata;
  • Reddito ISEE pari o inferiore a 30mila euro annui;
  • essere titolare di un contratto di fornitura di acqua potabile con un dirigente partecipante al bonus.

Chi non ha diritto al bonus idrico Basilicata nel 2024?

Il Bonus Acqua Potabile Basilicata 2024 non è accessibile ai seguenti soggetti:

  • Nel 2024, il credito d’imposta del 50% coprirà solo le spese per la filtrazione, la mineralizzazione e il raffreddamento dell’acqua sostenute nel 2023.
  • Se non hai acquistato e installato sistemi per il filtraggio, la mineralizzazione, il raffreddamento e l’aggiunta di anidride carbonica per uso alimentare in 2023 non avrai diritto al credito d’imposta. Inoltre, se non presenti domanda all’Agenzia delle Entrate tra il 1° febbraio e il 28 febbraio 2024, utilizzando Entratel o Fisconline, non sarai idoneo neanche tu.
  • Non potranno, inoltre, usufruire della fornitura di acqua potabile per usi domestici e utenze individuali, o possedere un’abitazione principale rientrante nelle categorie catastali A1, A7 e A9.
  • Infine, se il tuo indicatore ISEE è superiore a 9.530 euro, oppure se hai almeno 4 figli a carico con indicatore ISEE superiore a 20.000 euro, oppure se non sei titolare del Reddito di Cittadinanza o della Pensione di Cittadinanza, non potrai beneficiare del credito d’imposta.

Bonus idrico Basilicata 2024: ISEE

La Regione Basilicata ha appena approvato una delibera per prevedere una riduzione sulla bolletta dell’acqua per circa 70mila famiglie con ISEE fino a 30mila euro (ridotta a 20mila euro per le famiglie con 4 o più figli a carico). Il finanziamento per questo sconto proverrà dalle compensazioni ambientali ottenute dall’estrazione degli idrocarburi, nello specifico…

Come posso richiedere il bonus idrico Basilicata nel 2024?

Per richiedere il bonus acqua potabile in Basilicata per l’anno 2024 basta seguire queste semplici istruzioni:

  • Scadenza presentazione domanda: presenta la domanda all’Agenzia delle Entrate dal 1 al 28 febbraio 2024.
  • Puoi inviare comodamente la tua richiesta online utilizzando il servizio telematico Entratel o Fisconline.
  • Per avere diritto al bonus è necessario aver acquistato e installato sistemi di filtraggio, mineralizzazione, raffreddamento e aggiunta di anidride carbonica alimentare nel 2023.
  • Riceverai un credito d’imposta pari al 50% delle spese sostenute.
  • Limiti di rimborso: le persone fisiche possono ricevere un rimborso massimo di 1.000 euro, mentre le imprese, le arti e professioni e gli enti non commerciali hanno diritto ad un rimborso più elevato fino a 5.000 euro.
  • Valutazione del bonus: il valore preciso del bonus è determinato dalle risorse a disposizione e dalle domande che sono state presentate.
  • Per finalizzare la tua domanda puoi fare riferimento alle istruzioni fornite sul sito dell’Agenzia delle Entrate oppure scegliere di farti assistere da un intermediario abilitato.
  • Riceverai una ricevuta entro 5-10 giorni dall’invio della domanda.
  • Il Credito d’Imposta può essere utilizzato come forma di compensazione in sede di dichiarazione dei redditi oppure può anche essere ceduto a soggetti diversi, come istituti di credito e intermediari finanziari.

Conclusione

In questo articolo ti informo sul bonus acqua Basilicata 2024 e se hai tutte le informazioni condividi e segui il nostro blog.

Leggi anche:

Ciao, mi chiamo Niraj Yadav e sono uno scrittore di questo blog. Condividiamo su questo blog bonus, finanza, bonus famiglia, pensioni & bonus Lombardia.

Sharing Is Caring:

Lascia un commento